DOC (2.5-Dimethoxy-4-chloroamphetamine)

Thursday, 23 June 2016

Il DOC, è una delle sostanze della serie DOx. Viene definita “anfetamina psichedelica”, mima gli effetti dell’LSD ma dura molto di più ed è attivo a bassi dosaggi. Viene spesso venduta al posto dell’LSD e questo è molto rischioso perché il DOC è molto più pericoloso (l’LSD non ha mai causato morti, il DOC si).

 Il DOC ha una storia molto limitata rispetto all’uso a scopo ricreativo, in quanto è stato principalmente impiegato come research chemical (sostanze utilizzate per ricerca in ambito chimico).

In genere viene venduto in blotter (cartoni) come l’LSD, ma può anche essere polvere.

EFFETTI

Gli effetti del DOC dipendono molto dalle quantità assunte; essendo una sostanza molto potente, gli effetti del DOC possono essere troppo forti per chi non ha esperienza con gli psichedelici.

Il  DOC  fa dilatare le pupille e principalmente produce effetti simili a quelli delle sostanze allucinogene e psichedeliche anche se sono più intensi rispetto a quelle degli psichedelici comuni, come l’LSD; si può percepire un formicolio che attraversa il corpo fino ad avere la sensazione di essere percorsi da spille ed aghi. I colori sono esaltati, i sensi (vista, udito, tatto) e le percezioni sono amplificate, il tempo viene distorto e ci si percepisce in connessione con i pensieri degli altri. A dosi elevate il DOC fa trasformare il mondo circostante e da forti allucinazioni (sia a livello visivo che uditivo): alcuni riferiscono di visioni geometriche e di frattali simili a quelle del DMT e ayahuasca, altri raccontano di mondi fantastici e surreali, altri invece hanno avuto allucinazioni più introspettive e spirituali che li hanno fatti entrare in scenari totalmente diversi e colloquiare con entità superiori. In genere gli effetti allucinogeni più potenti si hanno al buio.

Il DOC produce inoltre effetti empatogeni, descritti però come meno intensi rispetto a quelli dell’MDMA e del 2C-B, ma anche stimolanti: ci si sente svegli, si gesticola molto con le mani e non si riesce a stare fermi, si ha voglia di correre, ballare e fare attività fisica, ci si percepisce come in pieno controllo del proprio corpo, il pensiero è accelerato e si crede di avere buone capacità di analisi e formulazione di concetti complessi.

Il DOC aumenta la voglia e la disponibilità ad avere rapporti sessuali.

Il DOC può impiegare dai 20 minuti alle 2 ore e mezza per salire. In genere gli effetti durano da un minimo di 8 ore ad un massimo di 20, in base alle quantità di sostanza assunta; si riscontra generalmente un picco di effetti che può durare dalle 8 alle 12 ore.

EFFETTI AVVERSI

Il DOC può provocare nausea nel momento in cui sale, che tuttavia tende a passare dopo aver vomitato e oppure nel momento di picco degli effetti. Il DOC incrementa il battito del cuore (tachicardia), provoca aumento della pressione e vasocostrizione, alcuni riferiscono di perdita di memoria e soppressione dell’ego.

L’assunzione di DOC può portare al bad trip.

Gli effetti di down possono durare dalle 6 alle 12 ore; vi sono alcuni casi in cui il down è durato fino al giorno successivo l’assunzione. 

DOSAGGIO

Non si hanno dati di letteratura che possono documentare in modo corretto i dosaggi, essendo disponibili sono resoconti di chi ha usato il DOC.

In genere la prima volta è meglio partire con quantità molto basse di sostanza perchè gli effetti possono dipendere dal peso, dalla tolleranza, dal metabolismo e dalla sensibilità personale al principio attivo, che sono differenti per ogni individuo.

Il DOC comincia a fare effetto ad un dosaggio di 0.5 – 1 mg ma una dose leggera può andare da 1 mg a 1.5 mg, una dose comune da 1.5 mg a 2 mg, una dose forte da 2 mg a 4 mg. Sopra i 4 mg il dosaggio può essere molto pesante con un aumento del rischio di effetti collaterali indesiderati ed il rischio di intossicazione.

RISCHI

Si sono verificati casi di decesso correlati all’utilizzo di DOC. Si ipotizza che un sovradosaggio della sostanza abbia condotto ad una intossicazione forte che ha provocato danni/complicazioni a reni, fegato e cuore, che hanno causato la morte del soggetto.

Il DOC può salire fino a 2.5 ore dopo l’assunzione; assumere altra sostanza perché si pensa che la prima dose non abbia fatto effetto può essere molto pericoloso perché può condurre ad un sovradosaggio, aumentando il rischio di effetti indesiderati e di overdose. Va inoltre ricordato che gli effetti del DOC durano molte ore ed in caso di bad trip la situazione può essere molto pesante da sopportare.

Il DOC provoca tolleranza immediatamente: se vengono assunte più dosi consecutivamente non si potenziano gli effetti della sostanza; bisogna aspettare circa tre giorni affinchè la tolleranza si riduca e 7 giorni affinchè si annulli. Questo vuol dire che se si prende un trip di DOC il giorno successivo alla precedente assunzione….gli effetti psicoattivi saranno molto blandi o nulli, ma la quantità di sostanza introdotta nel nostro corpo si sommerà a quelle precedenti: sui rischi ed effetti avversi non si crea tolleranza. L’effetto di tolleranza del DOC si somma con quello degli altri psichedelici, come per esempio l’LDS, l’LSA ecc.

Il DOC ha causato necrosi come conseguenza della vasocostrizione: in alcuni casi i soggetti hanno subito l’amputazione di alcune dita.

Il DOC può causare psicosi, paranoia, ansia, disturbo post-traumatico da stress ed altri disturbi di natura psichiatrica.

Il DOC si configura come particolarmente pericoloso per chi soffre di problemi cardiaci ed ipertensione perché aumenta il rischio di infarto.

In base ai racconti di chi ha utilizzato il  DOC si evince tuttavia che un basso dosaggio ed un uso sporadico mitigano i rischi e gli effetti negativi.

Durante un viaggio psichedelico si può provare un forte desiderio sessuale ed aumenta la disponibilità per pratiche sessuali a rischio: attuare sempre i consigli del safe sex.

Essendo una sostanza scarsamente conosciuta nell’ambito dell’uso ricreativo da parte dell’uomo,  non vi sono dati scientifici che possano indicare rischi e danni di lungo termine del DOC, così come non è conosciuto il quantitativo di sostanza che può essere letale.

ITERAZIONI CON DROGHE E FARMACI

Il DOC espone a danni e rischi maggiori nel momento in cui viene utilizzato in combinazione con altre sostanze.

PSICHEDELICI (LSD, mescalina, DMT, NBOMe ecc): aumenta il rischio di bad trip e di effetti collaterali/avversi tipici delle sostanze psichedeliche ed allucinogene.

PCP: i dettagli della combinazione di DOC e PCP non sono ben conosciuti ma in genere interagiscono in modo molto imprevedibile.

STIMOLANTI (cocaina, amfetamina ecc.) e MDMA: la combinazione del DOC con stimolanti ed empatogeni  po’ portare a uno spiacevole senso di pesantezza del corpo e di loop del pensiero; inoltre l’effetto degli stimolanti e degli empatogeni dura meno di quello del DOC per cui l’effetto di down di cocaina, anfetamine, MDMA ecc. nel momento in cui il DOC è ancora nella fase di up può portare ad ansia

TRAMADOLO: associare il DOC con il tramadolo incrementa il rischio di crisi convulsive

5-Meo-DMT: incrementa il rischio di effetti indesiderati ed imprevisti

METOXETAMINA: potenzia gli effetti del DOC ed ha effetti imprevedibili con gli psichedelici in genere

CANNABIS E KETAMINA: aumentano l’effetto del DOC

MAO INIBITORI: incrementano la potenza del DOC e la durata degli effetti può essere imprevedibile

ALCOL: gli effetti del DOC possono mascherare l’ubriachezza e il raggiungimento della soglia di una dose eccessiva di alcol, con rischio di danni per il fegato.

CAFFEINA: può causare ansia

Effetti ed interazioni con droghe e alcol non sono documentati da fonti scientifiche

Fonte delle informazioni:

Wikipedia, Psychonautwiki, Erowid, TripSit.