5-Meo-MiPT (5-methoxy-N-methyl-N-isopropyltryptamine)

Monday, 19 September 2016

Il 5-Meo-MiPT , o Moxy, è una sostanza psichedelica ed entactogena che appartiene alla classe delle triptamine. Si presenta sotto forma di polvere, ma può essere anche contenuta in pasticche;può essere sia ingerita che fumata. E’ a volte comparata con 5-Meo-DMT, se fumata, ed MDMA con più visual e 5-Meo-DiPT (Foxy) se ingerita.

E’ stata scoperta da Alexander Shulgin et al. e prima del 1985 non si hanno dati sul suo utilizzo.

E’ una sostanza che viene in genere venduta on line come research chemical e raramente si hanno notizie della sua presenza in strada.

EFFETTI

Gli effetti del 5-Meo-MiPT si differenziano a seconda della dose assunta ed a seconda che venga ingerita oppure fumata. Se ingerita infatti, gli effetti sono più potenti e possono essere suddivisi in due fasi: all’inizio si hanno effetti stimolanti mentre in un secondo momento prevalgono visual ed allucinazioni tipiche delle triptamine psichedeliche. Se fumata gli effetti stimolanti e allucinogeni si sovrappongono.

In genere le pupille si dilatano, si hanno sensazioni di benessere e di calore nel momento in cui si sprigionano gli effetti, aumenta il piacere nell’ascoltare musica ma anche nel gustare il cibo (la sostanza non provoca tuttavia fenomeni come la “fame chimica”), in alcuni soggetti aumenta la voglia di avere rapporti sessuali. A a bassi dosaggi si hanno effetti stimolanti: ci si sente svegli, il pensiero è accelerato e si ha la sensazione di connettere perfettamente; a dosaggi più elevati prevale l’effetto sedativo, depersonalizzante ed allucinogeno: il tempo ed il pensiero sono distorti, i colori brillano e si hanno vari tipi di visual ed allucinazioni, fino ad arrivare a vedere la realtà totalmente trasformata o come attraverso un caleidoscopio, come può succedere con l’ayahuasca ed il DMT. Ad alti dosaggi il 5-Meo-MiPT è molto simile al 5-Meo-DMT.

Pare che questa sostanza si comporti diversamente a seconda che il soggetto si trovi da solo o in contesti sociali; nel primo caso prevale l’effetto introspettivo mentre nel secondo prevalgono sentimenti di empatia ed amore, oltre ad una spiccata voglia di socializzare. Gli effetti empatogeni della sostanza sono descritti come meno intensi rispetto a quelli dell’MDMA.

Chi ha utilizzato il 5-Meo-MiPT riferisce di maggiori allucinazioni interne e viaggi introspettivi rispetto ad altri psichedelici quali l’LSD.

Il picco degli effetti viene raggiunto dopo pochi istanti se fumata e dopo circa 15-30 minuti se ingerita; a seconda della dose assunta può durare dalle 3 alle 7 ore

EFFETTI AVVERSI

Nel momento in cui fa effetto il 5-Meo-MiPT può causare una sensazione di freddo e di formicolio in vari punti del corpo; ad alti dosaggio può invece dare gonfiore allo stomaco e nausea/voglia di vomitare. Questi malesseri si attenuano nel momento in cui si raggiunge il picco degli effetti.

Il 5-Meo-MiPT fa aumentare il battito cardiaco e può causare vasocostrizione e mal di testa.

Alcuni riportano come effetti avversi/non voluti l’aumento di sensibilità tattile dato dalla sostanza

I bad trip e horror trip sono possibili, soprattutto in caso di alto dosaggio.

Gli effetti di down possono durare alcune ore dopo l’assunzione, ma paiono non essere frequenti. E’ possibile che il soggetto non riesca ad addormentarsi facilmente dopo aver assunto 5-Meo-MiPT nelle 12/24 ore precedenti.

DOSAGGIO

Se viene assunta oralmente si consiglia in genere un dosaggio non superiore a 8 mg; dai 1 mg a 4 mg gli effetti dati dalla sostanza sono principalmente stimolanti, con visual scarse; dai 4 mg a 8 mg si hanno effetti sia stimolanti che psichedelici; sopra gli 8 mg si hanno effetti psichedelici la cui potenza ed intensità aumenta con la dose assunta

 Se fumata le dosi variano da 12 a 20 mg.

RISCHI

I rischi e gli effetti a lungo termine del consumo ricreazionale di 5-Meo-MiPT non sono stati tuttora studiati e il dosaggio idoneo a provocare intossicazioni o morte è sconosciuto. Per questo motivo chi intende sperimentare questa sostanza dovrebbe prestare particolare attenzione al dosaggio indicato sopra: si consiglia l’uso di strumenti di precisione (bilancini).

Un utilizzo a dosi moderate ed una tantum della sostanza pare al momento attuale non aver provocato eccessivi danni in chi l’ha sperimentata.

Come tutti gli psichedelici il 5-Meo-MiPT provoca tolleranza: se vengono assunte più dosi consecutivamente non si potenziano gli effetti della sostanza; bisogna aspettare circa tre giorni affinchè la tolleranza si riduca e 7 giorni affinchè si annulli. Questo vuol dire che se si assume 5-Meo-MiPT il giorno successivo alla precedente assunzione….gli effetti psicoattivi saranno molto blandi o nulli, ma la quantità di sostanza introdotta nel nostro corpo si sommerà a quelle precedenti: sui rischi ed effetti avversi non si crea tolleranza. L’effetto di tolleranza del 5-Meo-MiPT si somma con quello degli altri psichedelici, come per esempio l’LDS, l’LSA ecc.

INTERAZIONI CON DROGHE E FARMACI

Alcol: il 5-Meo-MIPT non deve essere consumato con alcol in quanto si potrebbe avere nausea e vomito.

MAO inibitori, PCP, MDMA : mai associare il 5-Meo-MiPT con queste sostanze in quanto gli effetti avversi ne vengono potenziati. Se associato con farmaci MAO inibitori, come antidepressivi, sedativi e tranquillanti rischia di potenziare i sintomi per cui vengono presi questi farmaci. SI rischia sindrome seretoninergica.

Mescalina, Nbome, MDMA: la classe di triptamine 5-Meo dà effetti avversi non previsti con queste sostanze; in particolare vengono accentuati gli effetti avversi sul fisico. In particolar modo è meglio evitare la combinazione con la serie Nbome.

E’ in genere sconsigliato associare il 5-Meo-MiPT con altre sostanze.

Effetti ed interazioni con droghe e alcol non sono documentati da fonti scientifiche.

 

Fonte delle informazioni:

Erowid, Wikipedia, Psychonautwiki, Tripsit.me